fbpx

Oggi vogliamo parlarti di una delle più importanti località termali italiane. Nelle righe che seguiranno ti porteremo alla scoperta delle Terme di Abano.
Da sempre cuore dell’intrattenimento termale di Padova, il comune di Abano Terme è diventata negli anni una popolarissima meta turistica.
I flussi di visitatori che giorno per giorno il paese accoglie non ne hanno, però, scalfito la natura da cittadina mite e tranquilla.
L’offerta turistica del posto erge le proprie fondamenta proprio sulle proprietà benefiche delle acque, i centri benessere possono però contare anche su un contesto adeguato, che catapulta l’ospite in un’atmosfera così gradevole da riuscire a valorizzare ancor più la sua permanenza.
Ma come nascono le terme di Abano? E cosa le rende tanto speciali?
Proveremo a spiegartelo nell’articolo che segue.

Terme di Abano: le origini geologiche
La città di Abano Terme nasce ai piedi dei Colli Euganei, delle conformazioni geologiche sorte a seguito di alcune alluvioni verificatesi nella Pianura Padana.
Quello del paese in provincia di Padova è da sempre un territorio molto particolare, caratterizzato dalla presenza massiccia di sorgenti termominerali. Sono proprio queste ad aver conferito alla località di Abano Terme tanta fama, rendendola popolare sin dal Medioevo. Quello che rende tanto speciale le acque aponensi è un particolare fenomeno geotermico. Partendo dalle Dolomiti l’acqua fredda scorre nei sotterranei, fino a raggiungere una profondità di circa 4000 metri. Il percorso fa sì che questa incontri delle rocce, acquisendo dunque sali minerali. Il corso d’acqua termina nel bacino euganeo, dove questa, intrisa di tutte le sue nuove proprietà terapeutiche, riesce a risalire in superficie.

La storia
È nel VIII secolo a. C. che si diffonde l’uso di curarsi attraverso le acque del posto. Gli abitanti della zona, all’epoca, riuscirono ad intravedere il grandissimo potenziale delle sorgenti aponensi e per questo il territorio divenne presto venerato come luogo sacro, in cui erano abituali riti e pellegrinaggi. Vi sono stati, inoltre, interessanti ritrovamenti archeologici sul colle Montirone, dove fu rinvenuto un tempio costruito in omaggio del dio Apono, divinità e custode delle acque termali venete. Nelle vicinanze del luogo di culto è stato invece rilevato un emporio di vasi, probabilmente destinato ai pellegrini giunti ad Abano Terme con l’intento di bere acqua miracolosa. Con la caduta dell’Impero romano, terminano anche i pellegrinaggi. Il territorio arresta quindi il suo sviluppo.
Più tardi, l’intensa attività turistica – se così si può definire – riprende il suo corso. Solo quando il paese passa nelle mani dei padovani, tuttavia, riesce ad arrivare al culmine delle proprie potenzialità. Crescono infatti da quel momento in poi tantissime strutture ricettive e centri benessere.

Le terme: tra cure e stabilimenti
Tuttora sono tantissime le strutture ricettive che coprono il territorio di Abano Terme. Le terme sono ancora il principale incentivo per l’attività turistica, che resta intensa senza mai turbare la tranquillità del posto.
Quello che più alletta l’interesse dei visitatori sono le proprietà benefiche delle acque, attraverso cui poter curare alcuni acciacchi, tornare a casa rigenerati e migliorare addirittura l’aspetto estetico.
Può davvero della semplice acqua fare così bene? A quanto pare sì.
Sono molte infatti le proprietà terapeutiche, certificate anche dall’opinione medica e scientifica, che è possibile riscontrare all’interno degli specchi d’acqua aponensi. Secondo alcuni analisi effettuate sul territorio, questi avrebbero infatti un’azione antiinfiammatoria, che generano cioè uno stimolo pro-infiammatorio capace di esercitare un ruolo contrario nei mesi successivi all’immersione.
Inoltre, alle acque del posto può anche essere ricondotta la stimolazione del sistema immunitario, per prevenire l’insorgere di disturbi e malattie. Esse producono infatti immunoglobuline secretorie e circolanti.
Da non sottovalutare l’azione antisettica, che invece è riconducibile ai sali alogeni e consente l’irrobustimento degli enzimi lisosomiali e della lotta ai batteri. Molto utile è questa proprietà per combattere le patologie e gli inestetismi legati alla cute. Efficace infine può ritenersi la proprietà risolvente delle acque termale, che tiene lontane dall’individuo che si sottopone alle cure possibili infiammazioni.

Le cure da prendere in considerazioni
I centri termali di Abano Terme sono spesso convenzionati da importanti enti sanitari e pertanto possono guidare chi li frequenta verso la cura del proprio corpo. Sono molte le cure che ti verranno offerte durante il tuo soggiorno qui. Particolarmente efficaci si presentano quelle inalatorie per chi presenta problemi respiratori, ma utili possono essere anche le fangoterapie e le balneoterapie.